Accademia Futuro Blog

Il Blog di Accademia Futuro

Nuovo record per Facebook: tocca quota due miliardi.

Nuovo record per Facebook: tocca quota due miliardi.

Marl Zuckemberg si prepara a festeggiare il nuovo record del social network che arriva a due miliardi di utenti attivi al mese. Come festeggia? Ovviamente con un post!

Facebook il re dei social.

Facebook è diventato davvero il re di tutti i social network. Nato come semplice strumento di comunicazione in università è diventato il detentore di tutti i primati. Dopo aver chiuso l’anno in attivo, a differenza delle società mondiali, è l’unica azienda ad aver chiuso in attivo l’anno nonostante il calo in borsa. È un comunicato ufficiale che ha annunciato i dati di Facebook:  ogni giorno 175 milioni di persone mettono reaction su fb, indice che sono online in piattaforma, 800 emiliano mettono mi piace. Da poco Facebook aveva raggiunto un altro picco, di you tube, che ha registrato un miliardo e mezzo di utenti attivi al mese. Certo è che Facebook non registra solo picchi personali ma della propria azienda. Ai 2 miliardi di Facebook si devono aggiungere i 1,2 miliardi di iscritti WhatsApp, i 700 milioni di Instagram e i sempre 1,2 miliardi di utenti Facebook Messenger. Il totale? 5,1 miliardi di profili digitali che non presentano davvero competitors nel settore. 

Il 30% del mondo è online.

 

Analizziamo solo Facebook per rendere delle statistiche  mondiali. Poco meno del 30% della popolazione mondiale ha un profilo sul social Facebook. Gli accessi alla rete sono circa 3,74  miliardi secondo le stime di Internet World Stats. La maggior parte del traffico proviene dai paesi in via di sviluppo. Statistica, questa, che permette di conoscere un quadro mondiale davvero particolare che modifica anche le politiche di commercio mondiali. Nuovi utenti internet significa che ci sono nuovi mercati di approdo della rete e degli e-commerce. Sono tante le potenzialità anche commerciali che Facebook ha creato per sostenere il commercio. Sono tante le applicazioni, o meglio la pubblicità, che è possibile inserire nelle applicazioni create. L’enorme quantità di contatti che sulla rete Facebook si possono creare sono un mercato commerciale vero e proprio. Anche le agenzie di comunicazione che si occupano di Web Marketing non hanno perso tempo e si sono sempre più specializzate su Facebook. Questa, infatti, è un’ottima piattaforma per campagne di marketing ed è possibile convogliare centinaia di possibili clienti verso un obbiettivo prestabilito in pochissimo tempo e con il minor dispendio di denaro. Uno dei grandi benefici di Facebook, come anche dei motori di ricerca, è la possibilità di targettizzare il pubblico di utenti che si desidera per il proprio prodotto. Ed ecco che abbiamo la possibilità di scegliere cosa vendere e a chi ottenendo il massimo risultato possibile. Tutto questo è davvero difficile ottenerlo nel mondo reale in un negozio fisico. Ma Facebook non è solo denaro e commercio, anche se questa è la sua maggior fonte di guadagno. Il re dei social è stato usato in vario modo, fin dall’origine dei tempi. Nato come semplice social comunicativo tra studenti, è presto diventato un mezzo per conoscere gente nuova, in collaborazione della nascita delle prime chat. Con il tempo ha allargato il suo bacino di utenza divenendo un social altamente criticato per sua scarsa sicurezza. Facebook ha dovuto concentrare le forze verso i fake e i falsi profili nati al fine del “cyberbullismo”. Ma Facebook è usato anche per conoscere nuova gente, ricompattare vecchi amici di scuola, conquistare la propria anima gemella. Facebook insomma non è solo commercio e pubblicità ma è molto di più. Basti pensare al recente uso della localizzazione per informare di star bene durante gli attacchi terroristici. Non solo, dopo esser diventato una banca Facebook ha aperto le sue porte alla programmazione sportiva con la trasmissione di partite in tutto il mondo. L’ultimo passo da affrontare? L’Intelligenza Artificiale, ma anche per quello ci sta già lavorando da tempo. 

Continua a leggere
859 Visite
0 Commenti

Twitter cambia pelle: importanti cambiamenti estetici per il social.

Twitter cambia pelle: importanti cambiamenti estetici per il social.

Gli sviluppatori di Twitter hanno appena annunciato cambiamenti nell’estetica dell’applicazione all’insegna della User Experience e del minimalismo. 

Twitter: un social in continua evoluzione. 

Twitter, attraverso i suoi sviluppatori, sta cambiando pelle, migliorando l’estetica dell’applicazione. Un cambiamento caratterizzato da una gestione più ottimizzata degli elementi della UI, con una maggiore reattività e fluidità. Le caratteristiche riguarderanno, tra l’altro, i pulsanti relativi al profilo, agli account secondari, alle impostazioni della privacy e la gestione dei font e nel lettering. È questo l’aspetto che consentirà di rendere più coerente la tipografia più coerente e massimizzare l’esperienza utente. Altra novità sarà l’immagine del profilo che elimina la vecchia immagine con l’uovo, che spesso non era sostituita dall’utente. La generica immagine nasce con il preciso intendo di portare gli utenti alla modifica appena dopo l’iscrizione al servizio. 

L’evoluzione di twitter: il calo di utenti e la voglia di innovarsi. 

 

Twitter sta sperimentando in questi ultimi mesi un preoccupante calo. L’aggiornamento sarà sicuramente una reazione alla mancanza di crescita in campo di utenti. L’azienda, inoltre, circola in acque tempestose sotto il profilo finanziario. La storia di Twitter parte come quella di una piattaforma semplice ma efficace in grado di mettere in difficoltà anche Facebook. Twitter aveva immaginato di divenire l’erede moderno dei mass-media eppure oggi sta calando l’utenza del social.  Diventato popolare perché permetteva alle reti social di essere più raggiungibili attraverso # e contenuti definiti per settore, ora perde il suo primato a causa dell’aumento incredibile dell’utenza degli altri social. Facebook stesso ha affermato che nonostante il calo in borsa in realtà la sua realtà è in costante aumento. Bisogna però sottolineare che Twitter, a differenza della maggior concorrente Facebook, non ha saputo sfruttare il successo ottenuto nel primo periodo della sua vita. Avrebbe, a esempio, potuto diventare un aggregatore di informazioni e Big Data, ma non è riuscita a evolversi in tal senso. Diciamo però che Twitter ha dimenticato che la rete non è solo da sfruttare ma anche da accrescere e costruire. L’errore lascia che si chiuda in se stesso uno dei social più innovativi dei primi anni della diffusione della rete? Probabilmente si. 

Continua a leggere
858 Visite
0 Commenti

Social, banca e ora anche tv per lo sport: Facebook batte tutti!

Social, banca e ora anche tv per lo sport: Facebook batte tutti!

Il social più usato al mondo, l’unico con il fatturato in attivo nonostante i crolli in borsa, aumenta il suo successo con la Major League Baseball.

Facebook e lo sport.

Facebook ha stretto un accordo con la Major League Baseball MIb per trasmettere in diretta sul social network alcune partite del campionato di baseball più importante del mondo. Indiscrezioni affermano che Facebook trasmetterà 20 partite direttamente dalla pagina Facebook della MIb. Qualche settimana fa abbiamo dedicato all’F8 di Facebook un articolo dove abbiamo presentato le novità del social. Zuckerberg ha confermato che a breve permetterà gli scambi di denaro sulla sua piattaforma. Ha già realizzato le vetrine per promuovere lo sviluppo business. Ha potenziato i controlli sui video per far tacere le tante critiche ricevute in questi mesi. Ha migliorato il percorso di verifica delle notizie e dei profili contro i fake della politica

Le novità di Facebook.

Sono tante le notizie circolate dall’F8 di quest’anno. L’evento per gli sviluppatori Facebook ha riservato delle grandi notizie per tutti coloro che hanno fatto un business di questo social. Ma cosa è cambiato negli ultimi tempi? Facebook sta puntando oltre rispetto al semplice social che era all’inizio della sua carriera. Sono tanti le internet company che stanno evolvendo a favore di altri settori e altri modi di reinventarsi. Si sa che se ci si inventa sempre nuovi si ottengono maggiori risultati. Il social ha cambiato pelle quando ha iniziato a capire le potenzialità di business per le imprese, inserendo vetrine, canvas e tutto quello che serve per migliorare le potenzialità della pagina business. Senza parlare poi delle inserzioni sempre più modificabili per ottenere risultati di business. Google, poi, è sempre un grande avversario per Facebook che ha deciso, per combatterlo ad armi pari, di divenire come un motore di ricerca, pare che a breve sarà come big G, se non migliore. 

Lo sport come azione di marketing.

Certo è che questa promozione in campo di sport aiuterà molto Facebook a recuperare un target, l’uomo appassionato di sport, che perdeva durante le partite. Proprio per non abbassare i volumi di traffico ha pensato, bene, di portare le partite sul social così da ri-portare gli utenti nei volumi di traffico. Una mossa astuta che non è la prima nel mondo delle compagnie web. Amazon, infatti, ha firmato un accordo per trasmettere le partite della National Football League, mentre Twitter ha un’intesa simile con la Women’s National Basketball Assocition, lega professionistica di pallacanestro femminile. Facebook però non si ferma qui, indiscrezioni affermano che la società sarebbe interessata all’e-sport e alle partite giocate dietro ad uno schermo. Avrebbe pertanto firmato un accordo con Esl, Electronic Sports League per trasmettere tornei di videogiochi. 

 

 

Ti piace il mondo della Programmazione  Facebook? Segui il nostro corso online.

Continua a leggere
814 Visite
0 Commenti

Facebook a volto scoperto: il Guardian rivela le sue linee guida.

Facebook a volto scoperto: il Guardian rivela le sue linee guida.

A Londra il Guardian ha per la prima volta nella storia di Facebook rivelato le linee guida e le regole seguite dal social più usato al mondo. 

Le linee guida di Facebook.

Dopo una lunghissima indagine il Guardian, quotidiano britannico, è riuscito ad ottenere le linee guida di Facebook. È la prima volta che le membra della Società vengono scoperte e il Guardian avverte: “Facebook non ha il controllo che crede di avere”. La notizia che spaventa tutti è che secondo il quotidiano il social negli ultimi anni è cresciuto così tanto da far perdere le redini del controllo ai suoi dipendenti per la sicurezza. Il fenomeno dello scarso controllo ha raggiunto livelli senza paragoni se pensiamo ad esempio al fenomeno del “revenge porn”. Vi è mai capitato di sentire notizie circa fidanzati traditi che caricano online e sul social i video pornografici del proprio ex? Il fenomeno avrebbe necessità di circa 10 secondi per definire un’immagine appropriata o meno per il mondo del social. È questo il lavoro dei moderatori. 

La difesa di Facebook.

 

Facebook si difende ampiamente affermando che sono tanti i processi già avviati per permette un maggior controllo sui video e sulle foto postate. Qualche articolo fa vi abbiamo già parlato dell’aumento dei controlli di Facebook sui video. Quello che si cerca di evitare però è il calo della libertà di parola, quindi un dubbio etico sorge spontaneo: aumentare i controlli eliminando tutto quello che urta la sensibilità o mantenere l’assoluta libertà di parola? La compagnia californiana replica a muso duro alle rivelazioni del Guardian. Lo stesso Zucherberg ha affermato di aver destinato 3mila persone al team di operazioni nel mondo per ottenere maggiori segnalazioni e più velocemente. Monika Bickert Head of Global Policy Management di Facebook ha affermato che: “ Oltre a investire su più persone stiamo anche realizzando strumenti migliori per mantenere la comunità al sicuro. Renderemo più semplice segnalarci i problemi, e più rapido per i nostri moderatori determinare quali post violano i nostri standard. Semplificheremo anche il processo con cui possono contattare le forze dell'ordine se qualcuno ha bisogno di aiuto”. Gli utenti sono sempre di più e le potenzialità del social stanno aumentando giorno dopo giorno, non ci resta che aspettare di vedere come intensificheranno i controlli. Certo è che nel frattempo sono tanti i dubbi e le perplessità riguardo le tecniche di censura a protezione che vengono utilizzate. Recente è il caso di un gruppo Facebook che racconta di arte classica e moderna che si è vista oscurare molte foto di sculture, ovviamente nude trattandosi di opere classiche, e addirittura chiudere la pagina per qualche giorno. Vedremo!

Continua a leggere
754 Visite
0 Commenti

Facebook aumenta i ricavi nonostante il calo in borsa

Facebook aumenta i ricavi nonostante il calo in borsa

Facebook si dimostra essere sempre più potente grazie al continuo macinare utili e ricavi, nonostante le critiche! 

La notizia.

Arriva direttamente da New York la notizia che Facebook sta continuando il suo viaggio verso il successo. Sono sempre più in aumento gli utili della società nonostante i tanti dubbi sollevati nelle scorse settimane sulla gestione dei contenuti da parte dell’azienda. Nel nostro blog abbiamo già affrontato le manovre portate avanti dalla compagnia sulle fake news e sul controllo dei video anche se le critiche non mancano mai. Pare però che la borsa non senta il peso della critica e trovi assolutamente in attivo i conti della società. I conti sopra le attese però non bastano a Facebook per invertire i trend in Borsa dove sta continuando la parabola della discesa con contrazioni dell’ultimo momento. Mark Zuckemberg però afferma che il momento dell’azienda è ottimo nonostante la situazione globale. 

I ricavi e i dati

 

I dati danno infatti ragione al social del momento che ha aumentato del 49% i suoi ricavi, parliamo di 8.03 miliardi di dollari rispetto ai 5,38 miliardi del 2016. In aumento anche gli amici del social. Pare che gli inserzionisti pubblicitari facciano in crescente affidamento su Facebook e sulla piattaforma Instagram. La fiducia però in Borsa non si fa sentire e nonostante gli aumenti dei ricavi il titolo, come altri, è in caduta. Anche Apple chiude la seduta perdendo o 0,31% oltre che un calo delle vendite di iPhone. La Borsa però non ferma la salita della tecnologia e il successo che porta avanti questa società social, che promette controllo più serrati, aumento delle risorse umane per permettere maggiori controllo. Speriamo che, dopo gli ultimi incidenti, la situazione migliori e non si riveli essere un grande flop di borsa e di denaro! 

Tag:
Continua a leggere
881 Visite
0 Commenti

Facebook: più controlli sui video.

Facebook: più controlli sui video.

 

Facebook si impegna ad aumentare i controlli rapidi sui video pubblicati sul social.

La notizia

Mark Zuckemberg si impegna ad aumentare i controlli sui video che vengono pubblicati sul social più usato al mondo. I controlli verranno aumentati sui contenuti d'odio, aggiungendo circa 3000 revisori al team di controllo. Tutto nasce dalle ultime notizie della cronaca nera. Stiamo parlando delle ultime notizie sulle morti in diretta. Qualche anno fa ci furono le tragiche morte di adolescenti suicidi. Recentemente un uomo ha ucciso in diretta un uomo. Il video ha girato il web per qualche tempo prima di essere rimosso dal social. 

I nuovi revisori

I revisori che Facebook si stanno impegnando a reclutare, aiuteranno a migliorare il processo di rimozione dei contenuti. Questo consentirà di eliminare, o limitare, i discorsi di odio. Tutto in funzione dell'eliminazione dell'odio dal social più criticato in tal senso: sono tanti i gruppi di opposizione alla poca sicurezza dei social. Cyberbullismo, omicidi in diretta, suicidi pubblici. Lo stesso Zuckemeberg ha affermato che sono tanti i casi di segnalazione diretta dal social e per velocizzare i controlli, rendendo il social più sicuro, verranno utilizzati più funzionari addetti. Verranno aumentati ben 3000 persone al team della Community Operations, oltre alle 4500 persone che sono già operative al momento. 

Continua a leggere
857 Visite
0 Commenti

Instagram offline per Android: la novità.

Instagram offline per Android: la novità.

Instagram sarà disponibile offline con Android è stato annunciato all’F8 di Facebook. Cosa si può fare senza connessione?

Instagram e Facebook assieme?

L’F8 di Facebook la conferenza per gli sviluppatori di Facebook annuale ha presentato anche le novità di Instagram. L’applicazione per foto più famosa del mondo, secondo social per statistica occidentale, è stato acquisito da Facebook. È questo il motivo per cui durante la conferenza F8 per sviluppatori Facebook è stata presentata anche la mole di novità del social foto Instagram. E’ stato durante l’evento annunciata la possibilità di usare Instagram col sistema Android senza avere la connessione Internet? E cosa si può fare non avendo la rete? Vediamo le novità che ci attendono.

L’F8 novità continue e incredibili.

La modalità offline è stata ufficializzata all'F8 2017 direttamente da Mark Zuckemeberg ideatore di Facebook. Lo scorso anno era stata introdotta sul social la possibilità di salvare le bozze, utilissima quando non si aveva la connessione attiva. Ora con l’offline di Instagram potremo davvero esagerare! All’F8 infatti è stato annunciato che sarà possibile creare e salvare post, accedere al tab esplora e ai profili visualizzati di frequente, mettere like, commentare e seguire nuovi utenti. Insomma davvero tutto. Una volta raggiunta una zona di connessione dal dispositivo tutto verrà reso effettivo. 

Le stime e il futuro della funzione offline

 

Dal momento che su 600 milioni di utenti Instagram circa l'80% risiede fuori dagli Usa l'azienda ha pensato a ideare una modalità priva di connessione in modo tale che possa essere usata anche da clienti che si trovano nei Paesi in via di sviluppo dove ancora non è arrivata una piena coperture di rete. Ci si chiede se in modalità offline si potrà utilizzare "Storie" e al momento sembra di no perché serve la connessione attiva per poter visualizzare i contenuti. Sempre all'F8 sono stati rassicurati coloro che che hanno installato iOS: l'azienda fa sapere che sta studiando una soluzione simile ad Android, ma ancora si trova in una fase esplorativa della funzione. Dunque amanti di Apple non vi resta che aspettare! 

Continua a leggere
925 Visite
0 Commenti

Facebook F8 il pensiero sullo schermo

Facebook F8 il pensiero sullo schermo

La seconda giornata dell’F8 promette grandi novità in casa Facebook. Il social si promette di essere sempre più unico nel suo genere. 

Cos’è l’F8?

Mark Zuckerberg tiene da pochi anni una conferenza in diretta streaming per tutto gli sviluppatori di Facebook dove affronta i temi delle innovazioni tecnologiche dell’azienda. La conferenza è articolata in due giornate e il secondo giorno si sono avute informazioni di certo interessanti alla stessa maniera della prima, esplosiva giornata. L’azienda più potente al mondo in fatto di social network in questa conferenza ha davvero stupito tutti con realtà virtuali, scene da film e tecnologie da fantascienza. Ma cosa davvero verrà fatto di quello promesso?

La tecnologia il punto di partenza del futuro.

L’F8 promette a tutti gli sviluppatori di Facebook che l’azienda social nata da un sogno di uno studente universitario diventerà sempre più potente. Dopo l’acquisizione di Zuckerberg dei social concorrenti e l’ampliamento dei finanziamenti alle tecnologie, Facebook promette di divenire il social più potente al mondo. All’F8 Facebook rivela di essere al lavoro per una tecnologia nuova, dal nome “comunicazione vocale silenziosa”. Tutto questo studio è portato avanti nel Building 8, dove vengono realizzati i progetti riservati. A capo di questo reparto degno di un film fantascientifico c’è Regina Duncan, vicepresidente di Facebook che ha tenuto a sottolineare all’F8 che i nuovi sistemi in sviluppo saranno davvero unici nella loro categoria. 

Nuovo metodo di scrittura

Pariamo dalla prima novità inquietante di questo F8 di Facebook: la scrittura del pensieri. In questi anni molto si sta facendo, non solo in capo social, ma nella tecnologia in generale nei confronti del cervello. Sono tante le tecnologie del pensieri sviluppate per ottimi fini come la paralisi e la cura di malattie neuro-degenerative. Ma la tecnologia, si sa, viene usata per molti scopi e l’F8 ce ne mostra uno davvero incredibile. Regina Duncan ha infatti affermato che gli sviluppatori Facebook stanno lavorando ad una tecnologia grazie alla quale potremo pensare e scrivere allo stesso tempo, nel senso che il sistema scriverà il nostro pensiero. Una tecnologia quella descritta all F8, che si basa sul flusso di informazioni generate dal cervello, paragonabile alla trasmissione di quattro film ad alta definizione, stream che viene frenato quando il pensiero deve attraversare il corpo diventando parola. L’F8 ha cosi mostrato come sarà possibile trasformare le parole in sensazioni tattili, sviluppo questo pensato per chi ha disabilità che potranno tornare a sentire e leggere grazie al tatto. Dunque l’F8 promette a tutti di poter scrivere 100 parole al minuto senza nessuna difficoltà. Il contenuto però è da vedersi! 

Ti affascina il mondo Facebook e vuoi conoscere il mestiere di sviluppatore Facebook? Noi abbiamo creato un corso adatto a te, seguilo anche tu e diventa Programmatore Facebook! 

Continua a leggere
936 Visite
0 Commenti

Perché Snapchat sarà (probabilmente) il nuovo Facebook

Perché Snapchat sarà (probabilmente) il nuovo Facebook
Il social network molto particolare conosciuto come la app del fantasmino, amatissimo dai giovani adolescenti americani, si appresta a diventare (probabilmente) il nuovo Facebook. Il suo creatore Evan Spiegel, nato nel 1990, co-fondatore e amministratore delegato di Snapchat intende quotare alla Borsa di Wall Street (New York) la Snap Inc., società da 1.800 dipendenti nel mese di Marzo. La Ipo è curata da Morgan Stanley e Goldman Sachs, e l'obiettivo è raggiungere una raccolta da 3 miliardi di dollari con una valutazione da 25 miliardi

La partita si gioca sul fronte Los Angeles-San Francisco: l'applicazione da 158 milioni di utenti al giorno non ha visto la luce nella Silicon Valley e per questo la battaglia con le altre App, già consolidate, diventa non solo strategica ma anche culturale.
Per esempio Snapchat tiene a precisare che "Instagram, altro social network vicino a Facebook, ha introdotto una nuova funzione denominata 'Storie' dalle caratteristiche decisamente simili alle nostre". "Tali caratteristiche", continua la nota, "hanno portato ad una notevole competizione col rischio di poter perdere utenti a favore di aziende che propongono prodotti e servizi simili." Questa sorta di guerra social ha portato ad un considerevole aumento degli iscritti riuscendo nell'impresa di creare parecchi problemi ad un altro celeberrimo social quale Twitter.

E' verosimile ritenere che Spiegel stia attualmente pagando le conseguenze di non aver accettato, nel 2013, l’offerta di acquisto da 3 miliardi di dollari da parte di Mr. Facebook Mark Zuckerberg? Per il momento sembra che quel rifiuto non abbia portato bene al giovane Evan.

Le ricorrenze rendono la sfida ancora più appassionante: Facebook, come è noto, per voce del suo amministratore delegato, ha presentato i documenti per la quotazione cinque anni fa. Nel 2012, con Snapchat fresco di lancio sul mercato, e un incremento del social da 1,8 miliardi di iscritti si attestava intorno al 48%, più o meno in linea con l'attuale applicazione di Los Angeles. Ma la vera sovrapposizione si è vista con Instagram, il social delle foto, che nel 2016 ha effettuato il sorpasso, incrementando del 28% il gradimento dei più giovani; non a caso una ricerca della banca di investimenti Piper Jaffray, ha evidenziato che Snapchat viene preferito rispetto a qualsiasi altra piattaforma di social networking. A cosa si deve tale successo? L'idea, vincente, è stata quella di mantenere on line i dati scambiati solo per un giorno imponendo una diversa forma di condivisione basata su un format impostato sulle 24 ore che ha trovato l'immediato gradimento di circa 150 milioni di persone. Il segreto? Su Snapchat foto e condivisioni si cancellano dopo un giorno ribaltando il concetto del tutto si crea e nulla si distrugge, in tutto si distrugge e nulla rimane. Con la app del fantasmino non rimangono tracce alla fine delle 24 ore, con gli aggiornamenti che si cancellano automaticamente; gli utenti si raccontano, ma con la certezza di non lasciare tracce sul web, così da usufruire del social in tutta sicurezza.

La ricerca dei profili di altri utenti non è immediato come per Facebook o altri social di successo e c'è la funzione che impedisce di postare commenti pubblici. In questo modo i famigerati troll (disturbatori di discussioni) e fenomeni di cyberbullismo, nota piaga sociale che miete vittime in particolare tra i giovanissimi, vengono praticamente azzerati e la fruizione della app viene garantita senza problemi. Per di più notizie e intrattenimento professionale sono inserite in una sezione specifica, la sezione Discover, che offre una qualità più alta rispetto alla concorrenza.

Altro ruolo importante è quello giocato dalla pubblicità. Se, come è noto, i precedenti social sono stati creati per avere il più alto numero di iscritti e, solo in un secondo momento, trovare il sistema di guadagnare, Snapchat è pensata intorno all’advertising. Attualmente Facebook sta ipotizzando di inserire spot pubblicitari all'interno dei video. Al contrario, su Snapchat, le aziende non hanno pagine proprie, ma vengono incentivate ad acquistare finestre pubblicitarie come se si trattasse della tv. Questa strategia appare idonea per far quadrare i conti? Al momento potremmo parlare di scommessa, magari azzardata. Del resto i ricavi stimati del 2016 hanno avuto un incremento che ha portato 404 milioni di dollari, otto volte i ricavi del 2015. Il rovescio della medaglia sono state, però, le perdite cresciute fino a 514 milioni di dollari rispetto alle perdite del 2015, attestatesi intorno ai 373 milioni di dollari.
 
Gli occhiali Spectacles, una novità varata a Settembre, potranno dare un aiuto rilevante? Anche questa è una scommessa: infatti tale dispositivo, venduto a 130 dollari e che consente di catturare momenti avendo le mani libere, ha costi più elevati rispetto agli incassi. Potrà diventare col tempo il fiore all'occhiello nel settore della realtà aumentata e virtuale. Quello che è certo sembra possa trattarsi della sfida del futuro e lo ha ribadito l'onnipresente Zuckerberg, invitando a Menlo Park Hugo Barra ex di Google e di Xiaomi per occuparsene. I social network diventano, quindi, solo uno dei personaggi del film; non resta, quindi, che accomodarsi ed attendere dato che la parte migliore deve ancora arrivare.
Continua a leggere
1240 Visite
0 Commenti
  • Assocral
  • Contabildata
  • ExtraJob
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
    logo partner extrajob

    Cookie

    Il sito utilizza solo cookie tecnici ma consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti utilizzati per proporti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Cliccando sul tasto "OK" accetti l’installazione di detti cookie. Per maggiori informazioni e disattivazione è possibile consultare l'informativa cookie completa