Accademia Futuro Blog

Il Blog di Accademia Futuro

iPhone 8 in uscita a settembre? Forse si, ma in pochi esemplari.

iPhone 8 in uscita a settembre? Forse si, ma in pochi esemplari.

Cattive notizie per Apple che si avvicina all’uscita di iPhone 8 ma in contemporanea con iPhone 7s e in pochissimi esemplari.

Novità di iPhone 8.

Il nuovo melafonino di casa Apple, stando alle notizie del momento, arriverà sul mercato a settembre e comunque in pochissimi esemplari, circa 4 milioni di unità. Il problema nascerebbe, secondo i rumors, nell’approvvigionamento dei pannelli OLED per il display di iPhone 8. Questo perché l’unico produttore della tipologia di schermo è Samsung, che nonostante aveva promesso di supportare il rivale non riesce a rispondere alle richieste di Apple. Inoltre la promozione del nuovo device Apple avverrà in contemporanea con Galaxy 8 che già è in produzione e ha risolto i primi problemi tecnici rilevati. Apple avrà avvero filo da torcere nella guerra alla conquista del mercato. I 4 milioni di unità garantiti non risponderanno alle esigenze del mercato che per Apple corrispondono a circa 50 milioni di unità. 

Uscita del nuovo iPhone a Settembre?

L’uscita del nuovo melafonino a settembre pare confermata anche se in molti l’hanno definita una mossa suicida andando a diminuire di molto il valore di iPhone 7 che è da meno di un anno sul mercato. I problemi riscontrati sulla produzione dello schermo OLED potrebbero, però, ritardare l’uscita del device fino a dicembre. Il mese dei regali di natale potrebbe essere un ottimo momento per l’acquisto ma anche una mossa svantaggiata dalla precedente uscita del futuro Galaxy 8 di Samsung. L’uscita nel 2017 è comunque confermata e in molti hanno iniziato a chiedere che cosa ne sarà del iPhone 7. Siamo sempre stati abituati, infatti, ad avere l’uscita Apple seguita dall’aggiornamento alla versione “s” nei mesi seguenti. In questo caso però il passaggio potrebbe mancare anche sei rumors in casa Apple propongono due possibilità. L’uscita di tre differenti device di pollici differenti, oppure l’uscita sia dell’iPhone7s che dell’8 di cui non si conosce precisamente il nome. Ricordiamo anche che Apple festeggia 10 anni di melafonino

Caratteristiche tecniche.

 

iPhone 8 avrà, molto probabilmente la scocca waterproof con certificazione IP68 per le immersioni più durature. Sono soltanto rumors di corridoio, che non hanno la certezza della casa madre Apple, ma sembra proprio che iPhone sarà “una bomba”. Lo schermo avrà bordi minimi e il tasto TouchID sarà sotto lo schermo stesso! Il processore potrebbe essere il nuovo performante processore A11 proprietario di Apple, realizzato con architettura a 10mn per rimanere in vetta alle prestazioni in tutti i testi di benchmark. Le voci più interessanti sono quelle che parlano di una ricarica ultra veloce chiamata Energous WattUp che sembra ispirato a Nikola Tesla dato che può trasferire energia alla batteria fino a 4 metri di distanza. Per i fedeli seguaci di Apple, però, la vera novità sarà che iPhone 8 potrebbe essere il primo davvero made in USA e non in China. È questo uno degli effetti collaterali della elezione di Trump alla Presidenza degli Stati Uniti che ha deciso di poter multare coloro che sono considerati dei “nemici commerciali” come la China. Aspettiamo dunque settembre/ottobre per vedere il risultato della produzione Apple. 

Tag:
Continua a leggere
820 Visite
0 Commenti

Apple: problema di sicurezza per il servizio web.

È di ieri la notizia che il servizio di aggregazione notizie offerto agli utilizzatori iOS è temporaneamente sospeso per un “motivo di sicurezza”.

Apple News sotto scacco. 

Apple News, il sevizio di notizie per gli utenti iOS è fuori uso e lo sarà per molto tempo. Pare infatti che da Cupertino sia arrivato il comunicato che afferma un problema di sicurezza sul servizio. Già da qualche settimana gli utenti iOS hanno notato nel riquadro nella “vista” Today la mancanza della notizie. L’attenzione degli utenti ha destato l’attenzione dei media che hanno iniziato a fare domande riguardo questa mancanza. 

La notizia di Apple.

Le notizie rivelano che è stata la stessa azienda di Cupertino a bloccare il sistema temporaneamente. Perché? Sarebbe stata scoperta una vulnerabilità nella piattaforma relativo al cosiddetto “Jailbreak”. Il metodo permette di bypassare le barriere anti-pirateria del software Apple e permetterebbe di installare sui dispositivi dell’azienda programmi non autorizzati. Un problema di sicurezza importante se si pensa alle continue lamentele riguardo alle truffe informatiche. 

Quanto durerà il blocco Apple?

Le notizie riguardo al blocco della Apple stanno facendo pensare che forse il problema durerà più del normale. In effetti la stessa azienda, che ha deciso di bloccare il servizio, ha fatto intendere che il blocco durerà altri 10 giorni circa. Tutto tornerà così alla normalità senza nessun pericolo per gli utenti. In molti hanno additato questo problema al recente aggiornamento di Apple, come altre problematiche in passato, l’azienda però smentisce. Infatti tornerà tutto alla normalità senza la necessità di aggiornamenti del software. 

Apple News.

 

Il corpo del reato, Apple News, è una piattaforma che seleziona le notizie principali delle testate online nazionali. Non è disponibile in tutti gli stati ma solo in Gran Bretagna, Stati Uniti e Australia mentre in Italia e negli altri stati c’è una versione ridotta. Questa versione è presente sotto forma di floating app nel menù Today. Superare il sistema di sicurezza che Apple ha creato su tutti i suoi dispositivi è una della missioni di migliori di Hacker. Sono state tante le critiche ricevute per questo sistema di sicurezza che non ha permesso neppure ai servizi segreti di accedere alle informazioni di un terrorista. Apple si rifiuto di fornire i dati del device del terrorismo affermando che il suo principale interesse è sempre stato quello di tutelare la privacy dei suoi utenti. 

Continua a leggere
819 Visite
0 Commenti

Google punta ai pagamenti con il suo Assistant.

Google punta ai pagamenti con il suo Assistant.

Google promette sempre grandi conquiste. La prossima meta? Il pagamento non solo con smartphone ma anche con Google Assistant. 

Pagamenti con Assistant. 

Google rivoluzionerà i pagamenti rendendoli possibili non solo da smartphone ma anche direttamente con Google Assistant. Utilizzando un semplice comando vocale verrà ricalcata una funzionalità già attiva sull’assistente di Apple Siri e che Facebook ha introdotto su Facebook. Come sempre per l’Italia servirà attendere del tempo perché la possibilità è in sperimentazione negli Stati Uniti e solo in seguito verrà esportata. Google ha affermato che già nei prossimi mesi sarà possibile il pagamento sia con Android, sia con Google Home, l’assistente cilindrico da salotto. Tutto quello che vi servirà sarà una carta di credito connessa con il vostro account. 

Sistemi di pagamento online. 

Sono già presenti dispositivi di assistenza che permettono i pagamenti come Siri di Apple. Ora anche Google sbarca sul mercato del “pagamento alternativo”. I sistemi di pagamento online sono già disponibili in altre forse su Android, come dimostra Android Pay. Il sistema è già disponibile in dieci mercati e presto debutterà in altri tra cui l’europea Spagna. Ora anche PayPal supporta Apple Pay. La notizia però, come già detto, arriva in contemporanea allo sbarco di Apple Pay in Italia, che permette lo stesso e anche questo sistema supporta PayPal. Google non promette nulla di nuovo ma cerca solo di adattarsi al cambiamento del tempo. Sarà dunque possibile semplicemente pronunciando al microfono dello smartphone l’importo e il destinatario e il pagamento verrà effettuato. A garanzia e a sicurezza della transazione va confermata tramite password o lettura dell’impronta digitale. Google non è una novellina dei pagamenti virtuali, oltre alla già citata Android Pay, da anni Google opera con il portafoglio virtuale Google Wallet. Possiamo essere sicuri della nostra sicurezza? 

 

Segui i nostri corsi di Sicurezza Informatica e scopri come mettere al sicuro i tuoi dati! 

Continua a leggere
857 Visite
0 Commenti

Come sarà il nuovo iPhone 8?

Come sarà il nuovo iPhone 8?

La notizia dell'arrivo del nuovo smartphone Apple in poco tempo ha stuzzicato la fantasia dei fans dell'iPhone, su come sarà il nuovo modello, anche se non è sicuro che si chiamerà davvero iPhone 8.

Indiscrezioni più che certezze.

Le indiscrezioni sembrano far supporre ad una continuità numerica nel nome del prossimo IPhone. Trattandosi però del decimo anniversario è possibile che la Apple possa regalare qualche sorpresa ai suoi clienti. L'uscita dovrebbe avvenire dopo l'estate, si parla di settembre 2017, anche se è possibile ipotizzare uno slittamento all'inizio del 2018. Di certo la Apple ha intenzione di proporre il nuovo modello entro quest'anno. 

Le novità dello smartphone.

L'iPhone 8, per ora definiamolo così, avrà dalla sua diverse novità a partire dalle dimensioni che si annunciano più grandi rispetto ai suoi predecessori. Ci sarà un ritorno del vetro per il retro del telefono come fu per l'iPhone 4s, uscito nel 2011. In questo lasso di tempo sono stati realizzati vetri più sottili e resistenti tanto che un rivestimento di questo tipo lo rende meno fragile e più resistente, guadagnandone in leggerezza. L'idea di Apple è quella di produrre un modello più costoso in vetro e altri due modelli, più economici, utilizzando un altro tipo di materiale. In merito a queste voci ci sono giudizi differenti: Ming-Chi Kuo di KGI Securities, solitamente in possesso di informazioni valide in questo senso, afferma che tutti i modelli saranno rivestiti con il vetro, avranno una cornice in acciaio per il modello più costoso e una di alluminio per quelli più economici. Altre modifiche al design comporteranno una maggiore resistenza degli iPhone 8 all’acqua.

Tre modelli per tre grandezze. 

Restiamo in campo ipotesi affermando che Apple presenterà tre modelli di cui uno tradizionalmente più piccolo, con gli schermi del display che saranno da 4,7 e 5,5 pollici. Il modello più grande, la versione OLED con schermo gigante privo di cornice, mantenendo lo stesso formato dello smartphone. Lo schermo OLED garantisce una qualità decisamente alta per i colori e consente di ridurre il consumo della batteria, ma richiede costi di produzione elevati e per questo motivo la Apple non li ha messi in produzione fino ad ora. Recentemente si è avuta notizia di un accordo commerciale con la Samsung per la realizzazione di 160 milioni di schermi OLED da installare sui dispositivi Apple già durante il 2017. Non si sa bene, però, quale dimensioni avranno questi schermi se un massimo di 5,5 pollici, come indicato sopra, o ci si spingerà fino ai 5,8 pollici, ma l'azienda potrebbe optare per altre alternative. Sicuramente verranno prodotti iPhone con schermi LCD e con schermi OLED, decisamente più costosi rispetto agli LCD. Gli schermi OLED andrebbero ad eliminare il tasto "home" garantendo ampiezza allo schermo che diverrebbe totalmente "touch", in questo modo non sarebbe necessario realizzare un telefono di dimensioni maggiori. Appare comunque attualmente esclusa una versione "curva" dello schermo OLED.

La tanto odiata batteria: quanto durerà?

Per quanto riguarda la durata della batteria dell’iPhone, notoriamente un punto debole degli smartphone, Apple sta studiando una soluzione senza fili in grado di poter ricaricare il telefono senza utilizzare il classico caricabatterie; su come realizzare tale ipotesi ci sono pareri discordanti e poco chiari: si potrebbe usare l'idea Samsung di poggiare l'iPhone su una superficie piana collegata alla presa elettrica o sviluppare una tecnica di ricarica wi-fi sul medio corto raggio. Le attuali tecnologie non sono però già così avanzate da permettere di puntare su questo tipo di soluzione. In conclusione è allo studio la realizzazione di una batteria più grande in grado di risparmiare in termini di consumo di energia; l'obiettivo è quello di fornire alla clientela una batteria che abbia una durata simile a quella degli iPhone Plus.

Fotografie simili al passato.

Nessuna specifica variazione riguarderà la fotocamera che, sostanzialmente, proporrà gli identici standard dei predecessori. Il salto nel futuro è rappresentato dal fatto che per sbloccare lo schermo l'utente dovrà solo osservarlo e lo scanner laser all'interno del dispositivo, consentirà l'uso del telefono. Tutto grazie alla digitalizzazione dell'immagine del volto del proprietario in memoria. Per molti siamo nel campo della fantascienza dato che questa ipotesi sembra più un'idea di qualche fantasioso scrittore piuttosto che qualcosa di realizzabile all'atto pratico. E' verosimile ritenere che ci sarà un sistema che si avvicina allo scanner, ma tramite le impronte digitali. Sarà sempre presente "Siri", l'assistente personale del vostro iPhone, con diverse novità introdotte in base al tipo di versione di iOS che verrà installata. Il sistema operativo di iPhone ed iPad verrà presentato nel mese di giugno al WDC di San Josè in California.

 

Se sei interessato al mondo Apple frequenta il nostro Corso online di programmazione Apple




 

 

Continua a leggere
1095 Visite
0 Commenti

E' in arrivo il nuovo iPad Pro

E' in arrivo il nuovo iPad Pro
Le nuove pubblicità di iPad Pro sono visibili sul canale You Tube di Apple e durano all'incirca 16 secondi. Nei video intitolati "Need Less Stuff" e "Take Better Notes" vengono evidenziate le nuove potenzialità e come sia possibile usufruire dei dispositivi senza avere a disposizione un vero pc. Negli spot si mostra come è facile tenere in ordine la nostra scrivania anche se non abbiamo a disposizione un computer tradizionale.

Nel primo video la testimonial è alle prese col disordine e faticando a prendere appunti alla fine si addormenta; nell'altro video la seconda ragazza è disperata perché la sua scrivania è un caos, ma entrambe grazie al loro tablet riescono a prendere appunti velocemente pur non avendo un pc a portata di mano.

In altri video la Apple mostra la facilità con la quale si possono firmare documenti in digitale usando il tablet: nel primo spot un ragazzo twitta "iPad Pro non è neanche lontanamente un computer", mentre la voce narrante spiega benefici e prerogative della tecnologia LTE, del display touch e della nuova Apple Pencil per scrivere direttamente sul tablet. In definitiva iPad non possiamo definirlo un pc in quanto non lo è, ma è più veloce di un comune laptop, possiede l'LTE come il vostro smartphone e consente di scrivere grazie al touch screen.

Spot successivi evidenziano le qualità e la potenza della rete mobile con lo Standard 4G LTE Advanced; tra le altre funzioni quella di essere dotato di un sistema inattaccabile dai virus, in grado di supportare Microsoft Word.
 
La campagna può essere visualizzata qui.
 
Se sei interessato al mondo Apple frequenta il nostro Corso online di programmazione Apple

 

 
Continua a leggere
1064 Visite
0 Commenti

McDonald's prende in giro Apple, una sfida tutta da ridere

McDonald's prende in giro Apple, una sfida tutta da ridere

Sfida tra giganti? Ristorazione contro informatica? Sì, ma tutta da ridere. McDonald's si diverte a copiare un'idea di Apple e realizza una cannuccia ispirata agli acronimi informatici e ai suoi relativi termini tecnici che non ha nulla di tecnologico e resta semplicemente una cannuccia. 

I buontemponi di McDonald's si sono divertiti a realizzare un video del tutto simile a quelli tutorial proposti dalla Apple per spiegare la nascita, la creazione ed il funzionamento della cannuccia, chiamata The Straw, acronimo di Suction Tube for Reverse Axial Withdrawal traducibile in italiano con "tubo di aspirazione con inversione assiale di prelievo".

L'intero video è, in pratica, una parodia di quelli reali che realizzano gli ingegneri della Apple quando lanciano sul mercato i loro prodotti come gli I-Phone, i Mac o gli iPad e lo promuovono a beneficio dei clienti. Tutto è identico ai video di Apple: dalle riprese ravvicinate, alla musica accattivante e ricca di pathos, ai colori brillanti ed il titolo, emblematico, è "Creating the straw".

Per lanciare sul mercato il futuro delle cannucce, i responsabili della catena di fast food più famosa del mondo non hanno badato a spese, arruolando un prestigioso gruppo di designer ed ingegneri direttamente dal Project Ara di Google; il team ha lavorato insieme per mesi in modo da realizzare quella che, a tutti gli effetti, è una cannuccia di cui ha soltanto il nome.

L'idea è stata quella di rinnovare il design che conosciamo in merito alle comuni cannucce, usate tutti i giorni, dal momento che la Straw di McDonald's si distingue per la forma ad uncino dotata di ben quattro fori per bere il contenuto di un Milkshake, una Coca Cola o un'altra bevanda.

I quattro fori in luogo dei classici due si spiegano dal fatto di poter gustare al meglio lo Shamrock Shake, famosa bevanda multistrato venduta, appunto, nei locali americani del McDonald's. La nuova cannuccia "straw" consentirà ai clienti di gustarsi al meglio la nota bevanda al fine di mescolare in modo perfetto i vari ingredienti di cui è composta. Le nuove cannucce saranno distribuite in più di 80 città, in edizione limitata, a partire dalle prossime settimane; è possibile che la clientela intenda fare la fila proprio come negli Apple Store, per averne una tutta per sè in anteprima, allo stesso modo di quando esce un nuovo I-Phone.

Vuoi creare anche tu campagne di successo? Segui il nostro Corso online di Comunicazione e Marketing.

Continua a leggere
1629 Visite
0 Commenti
  • Assocral
  • Contabildata
  • ExtraJob
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
    logo partner extrajob

    Cookie

    Il sito utilizza solo cookie tecnici ma consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti utilizzati per proporti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Cliccando sul tasto "OK" accetti l’installazione di detti cookie. Per maggiori informazioni e disattivazione è possibile consultare l'informativa cookie completa