Accademia Futuro Blog

Il Blog di Accademia Futuro

La Federal Reserve pronta all'aumento dei tassi di interesse

La Federal Reserve pronta all'aumento dei tassi di interesse

Gli esperti del mondo economico sono praticamente sicuri che la Federal Reserve, la Banca centrale degli Stati Uniti d'America, conosciuta anche solo come Fed, abbia intenzione di aumentare i tassi di interesse di 25 punti base; le ipotesi sul tavolo parlano di tre rialzi relativi al 2017, come spiega la signora Giovanna Mossetti economista dell'istituto di credito IntesaSanpaolo.

L'attesa riunione del FOMC, Federal Open Market Committee, in italiano Comitato Federale del Mercato Aperto, prenderà le decisioni relative al rialzo dei tassi di interesse. Quasi tutti gli economisti e i mediatori economici interpellati sono concordi nel prevedere tale aumento di 25 punti; come accennato sopra la signora Mossetti in base alle indiscrezioni che circolano è propensa ad avvalorare questa tesi. Resta da capire quali mosse intende adottare la Fed nei prossimi mesi del 2017 ed i mercati finanziari attendono le decisioni della Banca centrale Usa per comprendere bene come agire.

Secondo la signora Mossetti i rialzi previsti dovrebbero essere tre fino al termine dell'anno in corso: un rialzo a marzo è praticamente sicuro, per non dire scontato, e la riunione del FOMC darà il via libera con il possibile veto di Neel Kashkari, attuale presidente della Federal Reserve di Minneapolis, tentando di migliorare la valutazione dei rischi portandoli da "circa bilanciati" a "bilanciati".

Per il resto dell'anno si verso una conferma di tale ipotesi ribadendo, di fatto, le dichiarazioni rilasciate durante la conferenza stampa del 3 marzo dall'economista Janet Yellen, presidente della Federal Reserve dal 2014, portando i tassi a livello di "neutralità", in base al tasso reale neutrale, attestato a zero sul breve termine ed elevato all'1% sul lungo termine, salvo situazioni imprevedibili. 

In base alle palesi dichiarazioni del Presidente della Fed, integriamo un terzo rialzo dei tassi nel proseguimento del 2017, mantenendo però una certa cautela sul percorso dei tassi. Attualmente la nuova amministrazione del neo presidente Usa, Trump, e il Congresso non stanno operando in modo celere per realizzare le politiche espansive promosse e risulta difficile che ciò potrà avvenire prima della metà del 2018.

Praticamente tutti gli operatori economici e gli esperti del settore sono propensi a credere che la Fed agirà sui tassi in base all’evoluzione dello scenario, che sembra mostrare dei rischi sia verso l’alto che verso il basso.

Ti interessa l'economia? Segui i nostri corsi online di Trading e Contabilità Generale.
 

Oggi si disputano i Giochi Matematici
Tutto quello che c'è da sapere sui documenti CIA d...
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 06 Dicembre 2019
  • Assocral
  • Contabildata
  • ExtraJob
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
    logo partner extrajob

    Cookie

    Il sito utilizza solo cookie tecnici ma consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti utilizzati per proporti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Cliccando sul tasto "OK" accetti l’installazione di detti cookie. Per maggiori informazioni e disattivazione è possibile consultare l'informativa cookie completa