Accademia Futuro Blog

Il Blog di Accademia Futuro

Il 40% delle Startup italiane ha difficoltà a trovare personale qualificato

Il 40% delle Startup italiane ha difficoltà a trovare personale qualificato

La notizia è una di quelle che può stupire.

In un'Italia dove la disoccupazione resta alta, soprattutto nelle fasce d'età dei neodiplomati e dei neolaureati, l'Osservatorio italiano Startupper's Voice ha scoperto che circa il 40% delle start up italiane ha difficoltà a trovare profili professionali che soddisfino le proprie esigenze.

Mancano, insomma, competenze aggiornate nell'ambito delle nuove professioni digitali, non solo tecniche ma anche di marketing e comunicazione.

Allo stesso tempo, anche grandi aziende stanno iniziando a investire nell'innovazione, e sono sempre di più le realtà nazionali e multinazionali che investono nell'innovazione tecnologica e di processo e fanno shopping sul mercato alla ricerca di figure nuove, basti pensare al caso di Coca Cola che a livello Global ha sostituito il vecchio responsabile del marketing con un Growth Hacker.

E a livello della sicurezza, il nuovo GDPR europeo genera una carenza enorme di figure che possano soddisfare i nuovi standard di sicurezza dei dati imposti alle aziende.

Driver dell'innovazione sono anche la globalizzazione e le nuove tecnologie digitali, che hanno abbattuto i confini territoriali e obbligano tutte le aziende, grandi e piccole, a investire in risorse e competenze in ottica di innovazione.

La trasformazione digitale, insomma, impone un continuo aggiornamento di skills e figure lavorative. Entro pochi anni, infatti, molti dei lavori a cui siamo abituati potrebbero scomparire o essere rivoluzionati, e la sfida che dobbiamo affrontare per restare competitivi è quella di una formazione continua, in modo da essere in grado di rispondere alle esigenze del mercato di domani.

Accademia Futuro ha scelto di farsi carico di questa sfida, con una serie di corsi online che insegnano le professioni del futuro.

Sul piano tecnologico, i nostri nuovi corsi insegnano a realizzare App mobili su iOS e Android, ad affrontare le problematiche di sicurezza di rete e delle informazioni, a sviluppare videogiochi in 2D e 3D, a conoscere il Web Design, ad affrontare le sfide della grafica digitale su Blender.

Sul piano del marketing e della comunicazione, affrontiamo invece tematiche come il SEO, la gestione di blog, il marketing Google, il giornalismo web, il marketing mobile.

Nel corso di ricerca del lavoro poi, insegnamo a fare un bilancio delle proprie competenze, a gestire il proprio cv e a valorizzarsi nei confronti dei datori di lavoro attuali e futuri.

Ma non finisce qui.

Nei prossimi mesi l'Accademia presenterà nuovi corsi innovativi, tra cui:

- Salesforce da zero

- Growth Hacking

- Web Developer completo

- React/Redux

- Digital Marketing completo

- Machine Learning e Intelligenza Artificiale

Questi e altri corsi saranno disponibili, senza limiti, a chi sottoscriverà il nostro abbonamento annuale.

Affronta le sfide della globalizzazione con la formazione continua di Accademia Futuro, e accelera il tuo futuro.

 

Continua a leggere
1215 Visite
0 Commenti

Arriva il nuovo Samsung Galaxy S8

Arriva il nuovo Samsung Galaxy S8

L'attesa è finita, in primavera Samsung lancia sul mercato il nuovo smartphone Galaxy S8. È chiaro l’obiettivo di risollevarsi dopo l'insuccesso e la grande delusione del Galaxy Note 7. 

Un successo in fieri.

L’azienda coreana Samsung ha la necessità di rilanciarsi dopo il grande insuccesso di vendite del Galaxy Note 7. Il progetto per il rilancio è durato a lungo ma si dimostra essere un grande successo. Uno nuovo smartphone Samsung tutto nuovo della serie Galaxy era in cantiere già dal Giugno 2016. L’azienda ha deciso però di aspettare anche perché l'evoluzione delle tecnologie con le quali realizzare il dispositivo hanno offerto numerosi miglioramenti allo smartphone.

Ma cosa dobbiamo aspettarci dal S8?

Quali novità dobbiamo attenderci dall’S8? A detta della Samsung tantissime! Iniziamo a dire che rispetto ai modelli dello stesso segmento S6 e S7, simili tra loro, dovrebbero esserci modifiche al design. Sostanziali modifiche, affermano in Samsung, alle forme esterne del Galaxy mantenendo le dimensioni dei precedenti modelli. La novità più evidente sarà la maggiorazione nell'ordine del 90% dello screen-to-body ratio con lo schermo curvo super AMOLED. La tecnologia studiata da Samsung per schermi piatti flessibili, con un'ampiezza che quasi sicuramente occuperà tutta la parte frontale del telefono è stata definita altamente innovativa nei modelli precedenti. Nel nuovo modello Galaxy S8 non avremo più il tasto "home", al suo posto un pulsante virtuale posizionato sotto il display. Il sistema per la lettura delle impronte digitali verrà spostato sul retro dalla parte destra della fotocamera, mentre la fotocamera frontale verrà eliminata.

Un display sempre più tecnologico

Varie indiscrezioni circolate in rete hanno parlato di  un display con dimensioni che variavano da un minimo di 5,1 pollici fino ad un massimo di 6,2 pollici in base alle due versioni dell’S8. Possiamo affermare, quasi con certezza, che lo schermo del nuovo Galaxy S8 dovrebbe aggirarsi intorno ai 5,8 e 6,2 pollici. Queste le notizie di Gennaio 2017. Nessuna variazione per quanto riguarda la risoluzione AMOLED confermati i 2560×1440 pixel per una questione relativa ai costi di produzione che andrebbero altrimenti a lievitare per Samsung. 

Ma il processore?

Confermato dalla casa madre Samsung il processore Snapdragon 835, con la variante dell' Exynos 8895 in alcuni nazioni. Il Galaxy S8 propone una RAM 4G LPDDR4, con 64 GB di memoria flash UFS 2.0 e lo slot microSD. Scarse le informazioni sulle fotocamere: sicuramente verranno migliorati i sensori rispetto a quelli del Galaxy S7. Verrà mantenuto il jack audio da 3,5 millimetri, in modo tale che non sarà necessario usare auricolari bluetooth o usb.

Audio, sistema operativo e “riconoscimenti” speciali.

La qualità audio di livello più elevato è garantito per Galaxy S8 dagli altoparlanti stereo Harman. L’azienda con la quale la Samsung ha avviato una collaborazione nel 2016. Come per il Note 7 viene riproposto l'avveniristico scanner retinico per sbloccare il telefono grazie al riconoscimento dell'iride del proprietario. Il sistema operativo sarà l'aggiornamento dell'Android 7.1.1 Nougat già presente sul Galaxy S7 ed il Galaxy S7 Edge. Sembra destinata a concludersi l'epoca della famosa interfaccia TouchWiz, al suo posto verrà installata la Samsung Experience già vista sul Note 7 e della quale l'S8 riprenderà elementi relativi alla grafica ed alcune funzionalità.

Bixby, la tua assistente personale.

La novità più interessante del nuovo nato in casa Samsung è l'assistente virtuale “Bixby”. Grazie all’assistente si potrà interagire in modo naturale per essere aiutati nell’uso del dispositivo e per ottenere informazioni. Questa intelligenza artificiale è stata sviluppata per Samsung da Viv Labs. I nuovi smartphone saranno disponibili sul mercato a partire dal mese di Aprile ed avranno prezzi variabili a seconda del modello scelto; per la versione da 5,8 pollici il prezzo al pubblico sarà di 799 euro, mentre la versione da 6,2 pollici costerà 899 euro.

Se sei interessato al mondo dei cellulari, ti consigliamo di seguire il nostro Corso online di Programmazione Android.

Continua a leggere
1972 Visite
0 Commenti

Sony: arriva la scheda di memoria più veloce al mondo

Sony: arriva la scheda di memoria più veloce al mondo

Come annunciato tempo fa, l'azienda giapponese vara la sua nuova linea di schede di memoria ultra veloci capaci di 299 MB/sec da 32k, 64k e 128k. Sono le SD Card denominate Sony SF-G utilizzabili per fotocamere e videocamere. Attualmente le schede SD Card più veloci raggiungono 280MB/sec, anche se viene spesso riportato 300MB/sec come velocità massima di lettura; le SF-G si basano sullo standard UHS-II comprendente una doppia fila di pin metallici in modo da poter effettuare lo scambio dati da fotocamera a videocamera e viceversa. Per questo motivo è necessario un lettore di schede compatibile UHS-II e sarà il MWR-S1.

Per facilitare l'uso agli utenti è stato introdotto un tool in grado di consentire il salvataggio dei file ed anche il recupero di quelli cancellati in modo accidentale. Grazie all'algoritmo Sony le schede SD non rallentano la velocità di scrittura dati. Gli SF-G sono resistenti all'acqua e l'azienda garantisce la protezione antistatica così da rendere sicuri i dati in possesso degli utenti in ogni momento.

Ma tutta questa velocità è davvero utile e serve? Per chi ne fa un uso in ambito professionale, probabilmente sì, chi utilizza fotocamere che dispongono di raffiche di scatto ad alta cadenza, anche in formato raw, e videocamere che consentono la ripresa di video in 4K (o maggiori). Per i non professionisti può andare bene e risulta sicuramente più comoda una maggiore velocità in lettura, tenendo presente che velocità di 300 MB/sec si trovano in commercio su diversi modelli di SD Card (e richiedono lettori di schede adeguati).

Le schede saranno disponibili a partire dal mese di Marzo e la Sony al momento non ha ancora ufficializzato i prezzi; tenendo presente che le migliori SD Card presenti sul mercato di altre aziende, con velocità massima dichiarata di 280 MB/sec, sono vendute a 75 euro per le versione a 32k, 120 euro per la 64k e 250 euro per la 128k, è possibile ipotizzare costi superiori per i nuovi modelli della Sony visto che è l'unica che offre questa velocità.

Continua a leggere
835 Visite
0 Commenti

Guida alla scelta della fotocamera digitale

Guida alla scelta della fotocamera digitale

In tantissimi ci chiedono consigli sulla scelta della fotocamera digitale, perché la fotografia in questi ultimi anni ha riscosso sempre più successo complice anche la vastissima offerta di fotocamere performanti in tutte le fasce di prezzo. Vediamo i le esigenze da fotografia.

La fotocamera ideale.

Partiamo dal presupposto che la fotocamera ideale non esiste, ma tutto dipende da un compromesso tra esigenze, finalità, possibilità di spesa. A tutto questo è necessario aggiungere il livello di competenza della persona che va ad effettuare l’acquisto. Noi abbiamo cercato di strutturare questa guida come una serie di domande e risposte che aiutino il lettore a costruire un identikit del proprio profilo e di conseguenza della fotocamera più adatta.

1. Quale sarà il destino delle vostre foto? 

Questa domanda fa uso della parola "destino", intendendola nel senso più ampio di "scopo", "fine" e "destinatari". Questa è, a nostro avviso, la domanda più importante da farsi prima di acquistare una fotocamera. Se infatti la vostra intenzione è di scattare foto per condividerle su Facebook o Instagram con gli amici, o al limite stampare qualche album tramite siti o negozi di fotografia per farlo vedere a qualche riunione di famiglia. Se il vostro scopo fondamentale è utilizzare la fotocamera per foto ricordo di vacanze, feste o eventi a cui avete partecipato, senza velleità artistiche che vadano oltre l'utilizzo ludico di qualche filtro di fotoritocco. Se tutto questo vi caratterizza allora dovreste orientarvi verso una Compatta. Non cedete alla moda della fotocamera Reflex che magari spopola tra i vostri amici. Se invece desiderate realizzare foto artistiche, condividendole su supporti ad alta risoluzione con un pubblico di destinatari in grado di apprezzarle. Se desiderate utilizzare la fotocamera sia per finalità di hobby "elevato" o per scopi professionali, allora dovete necessariamente scegliere con attenzione una Reflex, anche con costi impegnativi, e soprattutto i vari obiettivi.

2. Dove porterete la vostra fotocamera? 

Questo è un aspetto da tenere presente soprattutto se siete alle prime armi, e sognate di acquistare una fotocamera Reflex per essere anche voi alla moda come i vostri amici. Prima di farlo vi consigliamo di valutare bene dimensioni e ingombro di una Reflex e dei suoi obiettivi. Se pensate di acquistare una Reflex soltanto perché "va di moda" vi esortiamo a valutare bene il fastidio e la fatica che può significare portarsi dietro una Reflex e un paio di obiettivi nelle scarpinate delle vostre vacanze o delle vostre gite, per magari poi usarla in modalità "automatica". Conosciamo fotografi professionisti che non si vergognano a portarsi una Compatta quando vanno in vacanza, perché per trascinarsi dietro un apparato fotografico di un certo tipo, con annessi anche rischi di furto o danneggiamento, ci vuole proprio tanta passione e tanta dedizione, soprattutto oggi che esistono compatte leggerissime che entrano in un taschino.

3. Compatta, Bridge, Reflex o Mirrorless? 

Se siete arrivati fin qui dovreste esservi fatti un'idea almeno sulle Compatte. Approfondiamo nuovamente: sono leggere, piccole, maneggevoli, silenziose allo scatto, economiche e adatte ai principianti. Non permettono però l'utilizzo di obiettivi, ne di funzioni avanzate, e non sognatevi di fare foto se c'è poca luce o foto artistiche o nemmeno effetti che con una Reflex sarebbero banali, come per esempio ottenere un soggetto a fuoco in primo piano contro uno sfondo sfocato. Le Bridge hanno una qualità e una gamma di funzioni superiori alla Compatte, ma anche il peso e la scarsa maneggevolezza si avvicinano a delle Reflex, sono appunto una "via di mezzo" sotto tutti gli aspetti, anche quelli economici, e a nostro avviso sono inadatte a professionisti e scontenteranno presto anche l'amatore esigente, quindi ci sentiamo di sconsigliarvele, a questo punto meglio una Compatta Super Zoom tascabile, decisamente più maneggevole. Le Reflex sono macchine dotate di un sensore digitale, come le Compatte, ma a differenza delle compatte quello che vediamo attraverso il mirino è effettivamente l'immagine che verrà catturata dal sensore, cattura che avviene attraverso l'esposizione alla luce del sensore stesso attraverso il ribaltamento di uno specchio, che produce il caratteristico "click" di queste macchine. Le fotocamere Reflex hanno una qualità dell'immagine estremamente superiore a quella di una Compatta, e la grande quantità di obiettivi a disposizione offre possibilità infinite di applicazione in contesti diversi. La Mirrorless, infine, è una Reflex Digitale senza specchio ne mirino ottico. Più leggera e maneggevole di una Reflex, è nata come un'innovazione di nicchia ma sta prendendo piede, il grosso svantaggio è la scelta di obiettivi che può essere penalizzante e il fatto di essere un po' snobbata dai professionisti, quindi complessivamente offre, a parità di prezzo, foto di qualità inferiore ad una Reflex, ma è una tipologia in crescita che va tenuta d'occhio.

4. Quali dimensioni del sensore? 

Come detto, ormai non esistono quasi più fotocamere a pellicola, ma anche le Reflex hanno un sensore digitale. La qualità di questo sensore determina la qualità dell'immagine finale, e la capacità del sensore di acquisire la luce è determinata dalla sua dimensione. Partiamo con i quattro terzi che misurano 17x13mm e hanno la qualità più bassa, per poi passare agli APS-C che misurano 23x15mm e poi i Full Frame che misurano 24x36 ed equivalgono al formato della pellicola 35mm, ovvero la qualità più alta. Su una Reflex è necessario che sia presente un APS di buona qualità, va da se che il Full Frame è il migliore ma ha dei costi importanti.

5. Servono i megapixel? 

Una risoluzione di 6 o 8 megapixel è sufficiente anche per una Reflex. Risoluzioni maggiori sono molto costose ma non incrementano proporzionalmente la qualità (ovvero, per raddoppiare la risoluzione di una 6 megapixel non basta una 12 megapixel ma serve una 24 megapixel.) Decisamente più importante la qualità degli obiettivi e lo zoom dove necessario.

6. Quale intercambiabilità degli obiettivi? 

Quando si acquista una fotocamera Reflex è importante capire con quale obiettivo è compatibile. Spesso gli obiettivi sono l'investimento più importante e più duraturo nel tempo, e gli stessi obiettivi possono tramandarsi da una macchina all'altra. E' fondamentale da questo punto di vista scegliere fotocamere Nikon e Canon, perché assicurano la massima intercambiabilità degli obiettivi.

7. Quale marca scegliere? 

Vale quanto detto al punto 6. per le tipologie che hanno obiettivi intercambiabili, per le Compatte invece tutte le marche vanno bene ed è importante scegliere l'offerta più economica e più completa di funzionalità che il mercato offre al momento dell'acquisto.

8. Quanto spendere per la vostra fotocamera? 

La spesa dipende molto dalle tasche e dagli obiettivi che si pone chi acquista. Poche centinaia di euro sono più che sufficienti per un'ottima compatta, mentre almeno un migliaio di euro sono necessari per Reflex e obiettivi di chi vuole cominciare a imparare. Per un equipaggiamento completo da professionista la spesa da mettere in conto è intorno ai 4-5000 euro.

9. Quando e dove acquistare la fotocamera? 

Per risparmiare qualcosa è spesso conveniente attendere l'uscita del nuovo modello di una particolare fotocamera, e di acquistare poi il modello appena precedente che verrà offerto con sconti significativi. In questo modo potreste portarvi a casa ottime macchine a prezzi interessanti. Il mondo online offre certamente prezzi competitivi ma consigliamo di acquistare da negozi online con un certo livello di reputazione, e magari prima dell'acquisto di visionare dal vivo la macchina in un negozio tradizionale.

In conclusione, la scelta della macchina dipende molto dall'uso che vorrete farne. Una buona Compatta sarà ottimale per la maggioranza degli utenti che vogliono soltanto foto ricordo e condivisioni sui social. Mentre per chi vuole una qualità migliore e, allo stesso tempo, la maneggevolezza richiesta da viaggi e vacanze, una buona soluzione può essere una Compatta Super Zoom Tascabile o addirittura, spendendo molto di più, una Mirrorless. Le Reflex restano però l'unica alternativa per chi vuole imparare davvero a fotografare esplorando tutta la gamma di potenzialità del mondo della fotografia digitale, e Reflex e obiettivi di livello medio/alto restano la scelta obbligata di chiunque faccia della fotografia il proprio lavoro.

 

Vuoi approfondire le tue conoscenze di Fotografia? Scegli il nostro Corso online di Fotografia Digitale, realizzato da un Fotografo Professionista con oltre 20 anni di esperienza sul campo.

 

Continua a leggere
1043 Visite
0 Commenti
  • Assocral
  • Contabildata
  • ExtraJob
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
    logo partner extrajob

    Cookie

    Il sito utilizza solo cookie tecnici ma consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti utilizzati per proporti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Cliccando sul tasto "OK" accetti l’installazione di detti cookie. Per maggiori informazioni e disattivazione è possibile consultare l'informativa cookie completa