Accademia Futuro Blog

Il Blog di Accademia Futuro

Presentazione di WellCome Italia, una delle startup vincitrici del nostro concorso

Presentazione di WellCome Italia, una delle startup vincitrici del nostro concorso

Visite guidate esclusive nelle grandi aziende del Made in Italy: scopri i segreti dei prodotti d’eccellenza italiani e prova tu stesso a produrre, assaggiare e creare.

 

WellCome Italia è la prima piattaforma in Italia che permette di prenotare visite guidate all’interno delle grandi industrie del Made in Italy e fare esperienze al loro interno. (www.wellcomeitalia.it)
Il turista può visitare gli stabilimenti produttivi (Factory) guardando direttamente tutte le fasi della filiera produttiva; diventerà protagonista del tour poiché sarà coinvolto in degustazioni, prove pratiche e test sensoriali; alla fine, se lo desidera, potrà fare acquisti negli store aziendali.

 

WellCome Italia intende valorizzare la qualità delle aziende del Made in Italy, portando i turisti, italiani e stranieri, a vedere con i propri occhi “com’è fatto” un prodotto, quali materie prime si utilizzano, in che modo è lavorato e confezionato. Il nostro obiettivo è aprire le porte delle grandi aziende dell’enogastronomia, moda, automotive, design, cosmesi e packaging, per far apprezzare ai turisti/consumatori le eccellenze che esportiamo in tutto il mondo.
Il contatto diretto con i prodotti, la possibilità di crearli e di testarli, di immedesimarsi per alcune ore nella vita dell’azienda, diventano il veicolo migliore per conoscere il territorio, le sue tradizioni e il modo di vivere delle persone che ci vivono e lavorano. Il visitatore potrà entrare nella quotidianità dell’azienda e sentirsi, per una giornata, parte di quell’eccellenza, portando a casa prodotti arricchiti da “una storia da raccontare”.

Il progetto è portato avanti da Michela Rossi (Laurea Specialistica in Archeologia) e Luca Manganelli (Laurea Magistrale in Ing. Elettronica).

L’idea nasce dalla esperienza lavorativa pregressa di Michela come archeologa, che mi ha permesso di entrare in contatto con numerosi turisti provenienti da ogni parte del mondo. Ciò che mi ha sempre colpita è la grandissima curiosità che i turisti dimostrano verso il Made in Italy, che spesso è la motivazione per la quale vengono a visitare il nostro Paese. Le eccellenze italiane identificano il nostro Paese all’estero, spesso ancor prima dei siti archeologici e dei musei.

Ecco le parole di Michela:

"La partecipazione al bando Binge Learning per noi costituisce un’importante opportunità per conoscere e approfondire materie di fondamentale importanza per la gestione e l’implementazione di una start up. Riteniamo che la formazione continua costituisca il mezzo migliore per essere al passo con le continue richieste del mercato.

In questo momento stiamo selezionando le aziende da coinvolgere nel progetto. Il progetto pilota partirà entro fine 2017 in Emilia-Romagna. Il nostro obiettivo è di espandere il servizio in Lombardia, Toscana e Veneto nel corso del 2018 e raggiungere tutte le aziende italiane nel corso del 2019.

 

Proprio in questi giorni e fino al 18 Settembre, è possibile sostenere WellCome Italia votando la nostra storia su ( https://www.saxoprint.it/printingreallives/partecipanti/wellcome-italia-srl/). Siamo tra i 30 finalisti del concorso Saxoprint “Printing Real Lives” e per accedere alla fase successiva abbiamo bisogno del sostegno della community di Accademia Futuro!"

Continua a leggere
713 Visite
0 Commenti

Netflix cambia pelle: sarà marketing?

Netflix cambia pelle: sarà marketing?

Dopo aver concesso ai propri abbonati la possibilità di scaricare i film in catalogo per l’offline, Netflix cambia regole! 

Netflix 

L’azienda nata come distributore di Cd e che in breve tempo è riuscita a divenire leader nel noleggio dei Film, recentemente è anche diventata produttrice di film. Netflix però sta cambiando pelle. Dopo aver consesso ai propri abbonati la possibilità di vedere anche offline i titoli del proprio catalogo sembra aver fatto un passo indietro. Alcuni utenti hanno ricevuto un avviso relativo al numero di download disponibili per ogni titolo. Ogni contenuto potrà ora essere scaricato solamente un determinato numero di volte, mossa con la quale Netflix si protegge dalla pirateria. Il numero di scaricamenti possibili sembra essere circa quattro/cinque che comprendono anche la memorizzazione nella cache per poterlo visualizzare. 

Perché questo cambiamento di Netflix?

 

La limitazione che oggi subiamo da Netflix se da un lato dipende sicuramente dalla volontà dei proprietari dei contenuti, dall’altra è stata mossa direttamente gestita dall’azienda. La trasparenza nei movimenti di registrazione pare sia sta apprezzata dagli utenti e dai produttori. Netflix non è nuova al far parlare di se: qualche mese fa abbiamo parlato delle opportunità lavorative aperte in tutto il mondo. Recentemente, invece, è al centro di un caso che sta coinvolgendo numerosi possessori di NVIDIA SHIELD Android TV. Il nuovo aggiornamento del firmware alla versione 5.2 sembra non funzionare perfettamente. Il contenuto in caricamento si bloccherebbe al 25% senza possibilità di aggirare il problema. Sicuramente il problema verrà presto risolto sia di NVIDIA che da Netflix che rilasceranno qualche nuovo aggiornamento che aggirerà il problema. 

Tag:
Continua a leggere
696 Visite
0 Commenti

Opere dubbie alla mostra di Modigliani a Genova?

Opere dubbie alla mostra di Modigliani a Genova?

Il critico Carlo Pepi, grande esperto di Modigliani ha criticato la mostra organizzata a Genova affermando che….

Pisa e Modigliani la mostra del dubbio.

La mostra a Palazzo Ducale di Genova è stata criticata dal critico d’arte Carlo Pepi. È lui uno dei massimi esperti delle opere di Modigliani che ha posto un dubbio sull’autenticità delle opere esposte. Secondo il critico ci sono circa tredici opere dubbie e tre dipinti a doppia firma sono male attribuiti oltre che a Kisling anche a Modigliani. Pepi fu l’unico nel 1984 a non credere all’autenticità delle tre teste ritrovate nei fossi di Livorno attribuite a Modigliani e che poi risultarono una burla di studenti. È inoltre direttore della Casa Natale di Modigliani, dunque un vero esperto. 

Le teste di Modigliani: falso o falso d’autore?

La scoperta del 1984 di tre sculture nel canale di Livorno fu un grande evento. I critici d’arte Giulio Carlo Argan e Cesare Brandi furono unanimi nell’attribuzione delle sculture a Modigliani. Modigliani, secondo la leggenda, avrebbe gettato nei fossi livornesi quattro sculture perché da lui stesso ritenute non adatte al livello della sua arte. Si tratta però di una leggenda ben organizzata da studenti che si sono discolpati affermando che volevano regalare una emozione alla troupe di scavo. La confessione su una intervista a Panorama mostra anche le foto dei ragazzi che realizzano le opere. Alcuni giorni dopo il ritrovamento, in un secondo scavo, erano state ritrovate altre teste opera però di un altro livornese, Angelo Froglia, scultore e pittore. L’artista voleva dimostrare attraverso un processo di persuasione collettiva come si potevano condizionare le convinzioni della gente. Cercava inoltre l’apertura di un dibattito sulla condizione dell’arte e ci è riuscito nel migliore dei modi. Sono state tante infatti le interviste in Rai durante le quali ha spiegato il suo operato e il suo obbiettivo. 

Sono tante le opere dubbie alle mostre. 

A Padova è scoppiata la bufera sulla mostra di Bansky. Kenny Random ha definito la mostra “una sòla” facendo scoppiare la bufera mediatica. Le minacce legali non sono mancate alla chiusura della mostra dello street artist più famoso al mondo, di origine britannica, Bansky. L’artista di strada Random di origini padovane andato a dare una occhiata alla mostra e ne è uscito sconvolto dalla presenza di opere, a detta sua, non originali. Direttamente sulla sua pagina Facebook la denuncia pubblica, affermando che “ho chiesto informazioni al personale della galleria e sono stato allontanato dalla sala”. È tutto da verificare e una sola voce, non critica, non può rendere un fake una mostra internazionale. 

 

Ti piace l’arte e l’idea di disegnare? Segui il Nostro corso online di Disegno Artistico

Continua a leggere
573 Visite
0 Commenti

Dalle caverne a oggi: il disegno è il nostro primo linguaggio. 

Dalle caverne a oggi: il disegno è il nostro primo linguaggio. 

Il disegno è da sempre uno dei primi linguaggi che l’uomo utilizza, appena dopo il corpo e i suoni. Da qui nascono gli studi sull’importanza del disegno nella vita dell’essere umano. 

Il disegno nei bambini.

Tutti i pediatri esprimono la necessità di esporre i bambini alla creatività fin da piccoli. L’ambiente stimolante non dovrebbero mai mancare in presenza di bambini, per ambiente stimolante intendiamo qualsiasi cosa che possa stimolare la loro fantasia. Il disegno è una della capacità infantili che maggiormente li aiuta ad esprimersi, per questo è necessario non esprimere mai giudizi negativi su quello che in quel momento quel disegno rappresenta per il bambino. Dovremmo invece chiedere ai bambini quello che quel disegno significa e spingerli a unire il disegno alla parola. Un ottimo modo questo di poter sviluppare anche le capacità linguistiche. Il disegno può sviluppare non solo la vista tra i sensi dell’essere umano. Grazie al disegno possiamo infatti aiutare il bambino a sviluppare il tatto, fondamentale nei primi anni di vita. Fù Maria Montessori a sottolineare l’importanza dell’esercizio del disegno come metodo educativo per eccellenza per l’educazione della mano, preparandola a scrivere. Capire l’arte non è importante, ma è una preoccupazione solo dell’adulto. Al bambino l’unica cosa che interessa è il disegno in sé, l’espressione che l’arte permette. Gli adulti sono sottoposti a tali regole e precetti che perdono la possibilità di sfruttare al 100 % l’arte e le sue potenzialità. Proprio per questo non solo i bambini dovrebbero disegnare ma dovrebbero farlo anche gli adulti. 

Adulti e disegno.

Perché dovremmo ricominciare a disegnare? Perché è terapeutico. Il disegno secondo recenti studi è il modo migliore per favorire il benessere e diminuire lo stress a ogni età. La psicologia ha confermato infatti l’utilità dell’attività manuale come il colorare. È in questo momento che la mente si alleggerisce e le preoccupazioni e i pensieri che ci tormentano senza un vero motivo scompaiono per il tempo del disegnare. L’attività di colorare e disegnare stimola la parte del cervello che si occupa delle emozioni. La stessa area si occupa dei movimenti e della vista, dunque colorare è un allenamento totale per la mente e il corpo. 

Il disegno come terapia.

Non è una scoperta che l’arte e il disegno sono spesso stati utilizzati dalla medicina per varie patologie. Pazienti che soffrono di demenza o malattie neurologiche migliorano il coordinamento psicomotorio e l’ordinamento spaziale. Le persone che soffrono di depressione e disturbi da stress sono aiutati dal disegno che aiuta l’essere umano a entrare in contatto con se stessi. È usata come terapia anche nei malati tumorali e terminali che hanno necessità di calmare la mente dalla depressione che peggiorerebbe la loro già fragile salute. 

 

Insomma disegnare è davvero importante per tutti e necessaria alla pace interiore. Iniziamo tutti a disegnare

Continua a leggere
812 Visite
0 Commenti

Il primo anniversario del visore Vive di HTC

Il primo anniversario del visore Vive di HTC

Primo grande anniversario dell'azienda taiwanese HTC che festeggia il primo anno del visore Vive per videogame. Il grande successo che ha riscosso il visore è riuscito a far crescere la società. È il successo che ha spinto l’azienda ad aumentare i finanziamenti per la ricerca sul visore Vive. 

 

Le novità di HTC.

Il successo del nuovo visore HTC nell'arco del 2016 e nei primi mesi del 2017 è stato incalcolabile dall’azienda che ha deciso di finanziare nuove ricerche. HTC ha così promosso iniziative per migliorare il servizio come a esempio il Viveport VR. Questa nuova funzione del visore Vive è in abbonamento ed è stata lanciata il 5 aprile scorso. L’abbonamento permetterà di usare il visore e scaricare giochi a soli 6,99 dollari al mese. 

 

Come funziona Viveport?

Sarà possibile tramite pc effettuare il download di nuovi videogame compatibili con il visore e proseguire a giocare con quelli già presenti nella lista. Chi già possiede il visore avrà l'accesso gratuito al servizio per un mese di prova. Un mese di prova comprendente numerosi titoli, si parla di oltre 50, tutti molto famosi e noti al pubblico come Fantastic Contraption ed Everest VR. Attualmente la clientela HTC utilizza il portale Steam di Valve che contiene circa 1.600 titoli compatibili col visore Vive.

 

E chi non possiede un visore?

L’azienda, attenta ai suoi utenti e ai potenziali utenti, per celebrare al meglio l’anniversario ha pensato a tutti. A chi non possiede un visore HTC proporrà uno sconto di 100 dollari. Ricordiamo che questo visore è uno strumento di intrattenimento tra i più costosi tra quelli video-ludici. È dunque necessario una maggiore promozione sul prodotto. È per questo che colossi come Facebook, che utilizza Oculus, cercano di attirare una fetta di clientela maggiore offrendo sconti vantaggiosi sui loro prodotti. 

 

Previsioni di successo?

Il responsabile e presidente del progetto Viveport sul visore, Rikard Steiber, ha ipotizzato grande adesione alla mossa di marketing. Secondo i suoi calcoli saranno circa 250.000 le iscrizioni, pur ammettendo che tale obiettivo appaia difficile da raggiungere entro la fine del 2017. HTC è ottimista benché non abbia mai rilasciato dichiarazioni in merito alla vendita già effettuata del visore. Secondo una ricerca di SuperData la proiezione di prodotti venduti si aggira intorno al milione e mezzo di pezzi. 

Sei interessato al mondo dei videogiochi? Frequenta il nostro corso online di Programmazione Videogiochi.

Continua a leggere
811 Visite
0 Commenti
  • Assocral
  • Contabildata
  • ExtraJob
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
    logo partner extrajob

    Cookie

    Il sito utilizza solo cookie tecnici ma consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti utilizzati per proporti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Cliccando sul tasto "OK" accetti l’installazione di detti cookie. Per maggiori informazioni e disattivazione è possibile consultare l'informativa cookie completa